Libro d'Oro della Nobiltà Italiana
Collegio Araldico Romano
Istituto Araldico Romano 1853

NEWS



Roma 07.02.2021

Raggiunto il Protocollo d’intesa tra il CNI e il Collegio Araldico Romano

LA SEGRETERIA



7.05.2020

Campagna prenotazioni per la XXVI edizione del

Libro d’Oro della Nobiltà Italiana 2010-2024

riconosciuto dal Ministero Italiano Beni e Attività Culturali-(MIBAC)



Il Collegio Araldico Romano-Istituto Araldico Romano, il 7 maggio ha ufficialmente avviato la propria campagna di aggiornamento e sottoscrizione della XXVI edizione 2020-2024 della nuova serie del Libro d’Oro della Nobiltà Italiana.

Il Libro d’Oro della Nobiltà Italiana, detto familiarmente LIBRO BLU, è oggi l’unico Libro d’Oro, periodico, riconosciuto dallo stato, infatti certificato dal Ministero Italiano per i Beni e Attività Culturali (MIBAC) con registrazione presso l'ufficio pubblico generale delle opere protette dalla legge sul diritto d’autore, art. 103 L. 633/1941, con apposito bollino di originalità presente sul retro delle copertine.

Il 20.09. 2018 su richiesta del Collegio Araldico Romano, lo stato italiano ha infatti agito contro un gruppo editoriale concorrente, ottenendo la cancellazione di un Libro d’Oro della Nobiltà Italiana, abusivamente registrato presso l’ufficio Europeo Marchi e Brevetti.

Una vicenda surreale, che ha sancito la vittoria del diritto d’autore su pubblicazioni registrate posteriormente con un titolo simile, ma non riconosciute dallo stato.

Il Libro d’Oro con continuità ha infatti garantito dal 1910 i dati anagrafici e i titoli nobiliari di spettanza della nobiltà italiana, fino al 1946 secondo i criteri della Regia Consulta Araldica del Regno d’Italia, e oggi secondo le leggi, i decreti, e le sentenze dell’attuale ordinamento giuridico. L’opera fin dal 1910 è pubblicata tradizionalmente a Roma sotto l'egida del Collegio Araldico Romano - Istituto Araldico Romano, oggi dalla casa editrice individuale Ettore Gallelli-editore, di proprietà del Presidente dell'associazione.

Come la passata edizione, anche la XXVI edizione 2020-2024 stampata rigorosamente a Roma, sarà composta infatti da due mini tomi color blu scuro, lettere (A-L) e (M-Z); per complessive 4811 pagine, con la stessa veste grafica interna ed esterna delle precedenti edizioni.

In merito al censimento nobiliare, la nuova edizione del Libro d'Oro applicherà sostanzialmente lo stesso criterio della precedente edizione, basato infatti fedelmente sulle norme, principi, leggi, e regolamenti del Regno d'Italia, e sulle leggi e sentenze dell’attuale ordinamento repubblicano, nonché i riconoscimenti dalla Santa Sede.

    La XXVI edizione del Libro d’Oro riconosciuto dallo stato si divide quindi in 6 (sei) parti:

PARTE -I

Famiglie nobili riconosciute nei loro diritti dalla Repubblica Italiana.



PARTE-II

Famiglie riconosciute dal Regno d'Italia.

-Presenti nel Libro d'Oro della nobiltà Italiana della Consulta Araldica.

-Presenti negli Elenchi Ufficiali Nobiliari del 1921 del 1933 e del supplemento.

1934-1936.



PARTE -III

Famiglie che abbiano ottenuto (dopo il primo gennaio 1948) un provvedimento di Grazia di Re Umberto II.



PARTE -IV

Famiglie nobili Pontificie.


PARTE -V

Famiglie Italiane la cui nobiltà sia stata riconosciuta dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, avente la Fons Honorum della monarchia spagnola (S.M.O.C.).



PARTE -VI

Famiglie italiane, o di origine straniera, residenti in Italia, che ottennero una concessione o riconoscimento di titolo e stemma da un ufficio araldico dipendente da una potenza straniera.

Come accaduto per l’edizione speciale del Libro d’Oro, pubblicata nel 2017 per commemorare l’anniversario della scomparsa del primo presidente del Collegio Araldico Romano, anche nella XXVI edizione, pagando, le famiglie potranno pubblicare a piena pagina, a colori, i loro stemmi, dipinti, e residenze.


LA SEGRETERIA





25 03.2020

Con la presente informiamo i gentili sottoscrittori che, a seguito dell’assemblea tenutasi il 14 marzo 2020 nella sede romana del Collegio Araldico, nonostante il difficile periodo che la nazione attraversa, è stata deliberata la continuazione della raccolta dei dati anagrafici inerenti alle casate italiane, nonché l’inizio della raccolta delle prenotazioni per la prossima edizione del LIBRO D’ORO DELLA NOBILTA’ ITALIANA 2020-2024.
Inoltre al fine di solidarizzare con le istituzioni, i medici, gli infermieri, le forze dell’ordine, e con tutti coloro che a vario titolo si adoperano per fronteggiare questo grave momento di emergenza sanitaria, il Collegio Araldico invita i propri sottoscrittori a devolvere alla PROTEZIONE CIVILE
IBAN: IT84 Z030 6905 0201 0000 0066 387.
la somma di euro 350, 00 relativa all’acquisto della prossima edizione del LIBRO D’ORO DELLA NOBILTA’ ITALIANA 2020-2024.
Basterà poi produrre a questa segreteria la ricevuta di detta donazione, per ottenere lo sconto sull’opera pari all’importo donato.
Il Collegio Araldico ringrazia fin da ora i nostri numerosi sottoscrittori per la loro profonda generosità.

LA SEGRETERIA





Utilizziamo i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito Web. Per saperne di più, vai alla pagina sulla privacy.
x